DISTRIBUTION TECH, rilevazione angolo cieco

Questa volta parliamo di un dispositivo poco conosciuto ma che negli ultimi tempi si diffondendo: sistema di rilevazione dell’angolo cieco.

Questo dispositivo è sconosciuto ai più anche se estremamente importante: il dispositivo ha la funzione di rilevare un ostacolo durante un sorpasso. “Ma come angolo cieco, abbiamo gli specchietti per vedere dietro durante la fase di sorpasso?” direte.

In effetti è vero che ci sono gli specchietti, ma nelle automobili esiste una porzione cieca, non rilevabile per gli specchi.

Come potete vedere nel disegno a lato, in rosa si vede la zona che ne lo specchio esterno ne quello interno vi mostrano. In quella zona però ci potrebbe essere un veicolo e penso sia chiaro a tutti che in quei due coni ciechi la possibilità di contatto tra veicoli può generare un incidente.

Tutte le vetture hanno angoli ciechi più o meno grandi, per anni i costruttori di specchi hanno cercato una soluzione che però con un solo specchio non esiste.

Torniamo al sistema di rilevazione dell’angolo cieco e vediamone la composizione partendo dai sistemi originale installato dai costruttori di automobili.

I primi sistemi erano composti da due o 4 sensori installati negli angoli esterni del para urto posteriore, da una centralina che gestiva il funzionamento, e da sistemi visivi e acustici che ci allarmavano in caso di pericolo.

All’inizio si sono utilizzati dei sensori derivati dai sensori di parcheggio e, per questo motivo, i primi sistemi utilizzavano 2 sensori per lato. Questi sistemi sono stati utilizzati per poco tempo perché sono stati creati dei sensori a più largo raggio di rilevazione.

Le centraline sono diventate sempre più potenti e veloci nella rilevazione, il sistema di visualizzazione si è spostato all’interno dello specchietto laterale della vettura ed in molti casi all’interno del vetro specchio.

E’ presente anche un interruttore che può disabilitare il sistema in alcune circostanze ad esempio se ci si trova in coda e seguendo il flusso del traffico si cambia corsia di sovente.

Spieghiamo ora come funziona: siamo in autostrada e stiamo viaggiando nella corsia centrale, vogliamo sorpassare il veicolo che ci precede, mettiamo la freccia per sorpassare.

A questo punto il sistema entra in azione, inizia a monitorare la situazione a lato del veicolo per l’appunto nella zona che lo specchio non vede più; se non ci sono ostacoli, il sistema non segnala nulla e possiamo sorpassare.

Se viene rilevato un ostacolo il sistema inizia a far lampeggiare l’indicatore all’interno del vetro specchio ed a far suonare un avvisatore acustico che ci allarma immediatamente del possibile rischio di collisione.

Su moltissime vetture questo dispositivo si aggiunge ai sistemi di sicurezza ADAS ” Advanced Driver Assistance Systems” che tratteremo in una prossima scheda.

Ma torniamo al nostro angolo cieco: abbiamo fornito una panoramica di composizione e funzionamento di sistemi installati d’origine da diversi costruttori.Ora vi parliamo di sistemi che possono essere installati anche in un secondo tempo da installatori professionisti.

Spieghiamo come sono composti alcuni di questi kit: ci sono due sensori molto simili a quelli utilizzati dai produttori di automobili sui sistemi originali.

Troviamo poi una centralina che gestisce il funzionamento del sistema, due spie di segnalazione, un interruttore per disinserire il sistema, un dispositivo sonoro ed un cablaggio per collegare il tutto.

Facciamo ora una precisazione doverosa: sui kit post montaggio si utilizzano sia sensori tipo quelli installati sui sistemi originali che sensori a microonde. Il vantaggio dei sensori a microonde è la totale invisibilità dall’esterno della vettura rispetto ai sensori tradizionali e per questo non è necessario che siano verniciati.

Il funzionamento è praticamente identico ai sistemi originali installati  d’origine.

Bisogna però tener conto di una cosa sui sistemi post montaggio: essendo un sistema di sicurezza, deve essere installato da professionisti del settore con un ottima conoscenza dell’elettronica delle vetture. Dico questo perché per funzionare correttamente i componenti debbono essere installati nel modo corretto ed in particolare i sensori a microonde devono avere l’angolo corretto di inclinazione rispetto al posteriore della vettura, l’altezza deve essere quella corretta, non si può improvvisare su un sistema tanto sofisticato.

Questo è un altro dei prodotti che stiamo testando per fornire un nuovo sistema di aiuto alla guida, aggiungendo sicurezza alla vostra vettura ed anche alla vostra vita.

Di seguito tutti i nostri contatti ed i nostri link:

https://www.disrtributiontech.it/

info@distributiontech.it/

https://www.facebook.com/distributiontech/

https://www.instagram.com/distributiontech/